La web strategy per alberghi e strutture ricettive

Una qualificata e articolata presenza web per le strutture turistico-ricettive è sempre più importante: oggi la scelta del luogo dove soggiornare per una vacanza, un week-end o anche per un semplice viaggio di lavoro, avviene nel 91% dei casi attraverso il web. È sempre più internet a orientare le scelte del cliente.

social-media-hotelIl semplice sito, e profili social gestiti con approssimazione e sporadicità, non bastano e non aiutano: occorre una presenza costante, qualificata, aggiornata, responsive, mobile, che consenta di “toccare con mano” la struttura e i suoi servizi, e magari prenotare in maniera veloce ed efficiente da qualunque device si navighi.

È fondamentale aggiornare con cura e frequenza la pagina aziendale sui social network, sincronizzarla con il sito, nel quadro di una strategia di web marketing che valorizzi le peculiarità, le bellezze e i punti di forza della struttura. Una strategia che suggestioni, affascini, faccia sognare…in una parola, convinca.

Non è semplice, ma è possibile. Basta fermare l’improvvisazione.

La presenza social di una struttura turistica deve essere uno degli elementi di una più ampia strategia integrata in cui una serie di canali e strumenti collaborano fra loro con la comune finalità di abitare la rete con successo. Solo un piano di comunicazione digitale integrata può efficacemente mettere a sistema tutte le risorse del web, con i seguenti obiettivi:

–       attivare nuovi canali di dialogo e confronto con la clientela per lo scambio di opinioni ed esperienze, e la risoluzione delle problematiche (customer/social care);

–       implementare la riconoscibilità della struttura turistico-ricettiva (brand awareness)

–       generare una lista di contatti qualificati e referenziati per le strategie di marketing (lead generation)

–       vendere anche attraverso i social media (Facebook in particolare) (sale).

Tutto questo per rendere i social – e il web in genere – un prezioso alleato del business aziendale evitando sprechi di risorse in inserzioni inutili, generiche e fuori target e per non cadere negli errori più frequenti e basilari di chi opera sui social: trattare le pagine come una vetrina, stressando i fan con contenuti utili per l’azienda ma inutili per loro e altre bad practice e azioni di spamming assolutamente controproducenti.

Il newsfeed aziendale deve puntare sui contenuti giusti, trasmessi alle persone giuste, nel momento giusto. Dare il messaggio giusto vuol dire appunto abbracciare la filosofia social della “condivisione” dei contenuti, fornendo cioè informazioni che, nella forma e nella sostanza, risultano interessanti per il target di riferimento; darlo al momento giusto significa dare le giuste informazioni, nel momento esatto in cui il pubblico di riferimento ne ha bisogno (attraverso un complesso studio di orari e giorni di pubblicazione, ma anche di analisi del contesto socioculturale in cui opera il target di riferimento).

Ma senza cadere in un altro degli errori più frequenti: centrare la comunicazione internet sui canali social. Al centro di una buona strategia web deve esserci sempre il sito web: l’unico e solo spazio prettamente ed esclusivamente aziendale. Non una vetrina statica realizzata magari in economia chissà quanti anni fa, ma uno spazio interattivo, un luogo nel quale accogliere le persone che vogliono conoscere e saperne di più, restare aggiornate su novità e offerte, e prenotare. È qui che, in questo spazio web, che una strategia ben realizzata conduce i clienti e i potenziali clienti coinvolti attraverso Facebook e gli altri social network.

Una buona campagna di marketing sui social media ha potenzialità enormi: ma, per intercettarle, bisogna monitorare con cura, approfondire tecniche e linguaggi, intervenire nel momento e nel modo giusto.

I contenuti sui social network vanno curati con costanza, sistematicità e professionalità, nel quadro di una organica strategia di marketing tesa a valorizzare le peculiarità della struttura ricettiva e del territorio in cui si trova. Una strategia che deve guardare (e mirare) anche ai luoghi virtuali dove si svolge il confronto, verso una clientela sempre più esigente che, oltre ad un soggiorno confortevole, vuole qualità del servizio, relax, ma anche emozioni, enogastronomia, cultura, natura e paesaggio. L’ideale sarebbe garantire il servizio informativo in più lingue (o almeno anche in inglese), ed integrarlo con un qualificato ed efficace supporto fotografico e video.

Ci sono scorci, momenti, sensazioni, che non basta descrivere, per quanto lo si sappia fare bene. Il linguaggio corretto, curato, colorito, forbito, non può evocare in tutti le medesime e giuste sensazioni, le medesime e giuste emozioni. Occorre coinvolgere anche lo sguardo, gli occhi…Una bella immagine e un bel video possono raccontare più di tante parole, stimolando le giuste corde…

Ma occhio agli “effetti collaterali”: produrre video da pubblicare sul sito web o sui canali social è cosa ben diversa da produrre un qualunque video di presentazione aziendale o uno spot. Diverso è il linguaggio, diverse sono le tecniche di produzione e di post produzione, diversi sono i formati digitali. Totalmente diverso è anche il contesto di fruizione e la disponibilità del fruitore. I video e le immagini, per quanto di indiscussa qualità, devono essere agevolmente fruibili da qualsiasi device. Basta “toppare” di poco e l’efficacia del messaggio (e della strategia) vanno a farsi benedire: “clessidra” e “girandolina” di caricamento infastidiscono sempre di più ed inducono ad interrompere la visione.

Il segreto – “la ricetta magica” – sta nel mostrare nei tempi, nei modi e con le tecniche giuste (anche fotografiche e video, appunto) la struttura alberghiera, dove si trova e come la si raggiunge, le peculiarità legate all’accoglienza, la location, i servizi, la ristorazione, il comprensorio, cosa c’è da vedere, da visitare e da scoprire…Veri e propri acconti (o idee) di vacanza per il navigatore web, che rendono il messaggio ancor più persuasivo.

Non è semplice, ma si può. Basta fermare l’improvvisazione e puntare alla professionalità. All’integrazione e al coordinamento. Alle strategie integrate.

Per le strategie IPSE per le strutture turistico ricettive, clicca qui:

http://www.ipseonline.kyneticmobile.it/la-web-strategy-alberghi-strutture-ricettive/

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.